Dal Mar Nero alla Capitale

Eccoci giunti nella città della gioia, e se Bucarest a prima vista lascia del tutto indifferenti con tutti quei in pura "architettura comunista" mano a mano che si va alla sua scoperta ci rivela la sua particolare bellezza.
Scendiamo dal bus in Piata romana e proseguiamo con la metro fino a Piata Uniri crocevia degli immensi viali fatti costruire da Ceausescu ad imitazione di Parigi.
Proseguiamo fino al parlamento icona della follia dell'ex premier, per le sue dimensioni secondo solo al Pentagono di Washington.
Le visite per oggi sono chiuse torneremo domani, ci spostiamo quindi nel quartiere Lipscani cuore della movida cittadina, un dedalo di vie ingombre di bar e ristoranti dove è difficile trovare un posto a sedere, brulicanti di gioventù e turisti intenti a cenare o a gustarsi un drink.

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio