Buk Fertod Sopron

Inizio di giornata a mollo nelle acque di Buk a 32°, a fianco delle terme c’è un parco acquatico con scivoli grandiosi chiaramente bisogna dar soddisfazione anche alle figlie e non possiamo esimerci dal portarcele. Adesso ci aspetta la località di Fertod dove si trova la residenza preferita dai nobili Esterhàzy, un palazzo grandioso composto da 126 stanze che ospitano ognuna una stufa di maiolica diversa dalle altre, esclusa la sala della musica che ne contiene due uguali tra loro, ed un parco immenso con giardini curatissimi, non a caso è conosciuto come la “Versailles d’Ungheria”. Ampliato ed arricchito nel XVIII secolo dal principe Nicola il Magnifico, ha ospitato per un lungo periodo il compositore Haydin, non a caso al suo interno molte delle sale sono allestite per spettacoli, concerti e feste. Proseguiamo per Nagycenk dove si trova il Palazzo del Governo di Gyòr, purtroppo giunti sul posto scopriamo che è tutto chiuso, veloce cambiamento di programma e puntiamo su Sopron “la piccola Praga” dove arriviamo all’ora di cena.

L’indomani visiteremo il suo bel centro storico racchiuso attorno al Fò Ter, la piazza principale su cui si affaccia la Torre del Fuoco, antica vedetta militare antincendio sulla quale è possibile salire per ammirare il panorama cittadino, molto interessante anche l’antica farmacia del leone.

A spasso per le strade dell’Ungheria occidentale il fascino della Mitteleuropa si coniuga con un paesaggio che ha già il sapore dell’Oriente.

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio