Cape Cod – Capo Merluzzo

Ritirata l’auto presso l’aeroporto affrontiamo il proverbiale traffico di Boston diretti verso sud lungo la litoranea A28, prima fermata la cittadina di Plymouth punto di attracco della nave dei Padri Pellegrini che fondarono le colonie americane. Oggi questo punto di arrivo è ricordato con una roccia divenuta famosa come la roccia di Plymouth, anche se poi successivamente si è scoperto che in realtà i Padri Pellegrini toccarono la prima volta terra presso la cittadina di Provincetown presso il capo estremo della penisola di Cape Cod. Oggi la città è famosa per la qualità degli astici (ve ne sono le riproduzioni ad ogni angolo) e per la ricostruzione di un antico villaggio ambientato al tempo dei primi coloni “Plymouth Plantation” .

Entriamo nella penisola di Cape Cod attraverso il ponte di Sagamore, uno dei due che la collega alla terraferma, e subito ritornano alla mente gli scenari resi famosi dallo sceneggiato della mitica Jessica Fletcher “la signora in giallo” ambientati nell’inesistente cittadina di Cabot Cove ma nel nostro immaginario sono  rimasti i pescatori con i stivaloni gialli pronti a salpare per catturare le famose aragoste del New England ed i cottage di legno di color pastello che riempiono le coste di questa parte di America.

Inizia così la nostra scoperta del “Capo Merluzzo” con i suoi villaggi e le piccole comunità di pescatori, impreziositi da splendide magioni d’epoca, mulini, vecchi fari in una natura selvaggia che ci regala la visione di meravigliose spiagge. Nostro punto di arrivo la punta estrema a nord presso la cittadina di Provincetown, oltre c’é solo lo sconfinato oceano Atlantico.

Il villaggio che presenta una zona centrale piena di negozi, in questo periodo prevalentemente chiusi in estate deve essere un’autentica bolgia, è letteralmente dominato dal Pilgrim Monument una torre di granito ispirata alla nostra torre del Mangia a Siena che ricorda il primo sbarco dei Padri Pellegrini sul territorio americano.

Cena presso il locale “Canteen” che offre un cibo da strada ma di ottima qualità  noi apprezzeremo la famosa zuppa alle vongole e poi un panino dalle proporzioni americane ripieno di ostriche fritte.

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio