Chenonceau

Giungiamo così in questa amena valle dal clima certamente più temperato, lungo il corso del fiume d'oro che con i suoi 1012 chilometri è il fiume più lungo di Francia.
Questo nobile fiume nel suo lungo percorso non costeggia solamente l'aristocratica valle dei re con i suoi mirabolanti castelli, ma accarezza anche la parte contadina della Francia con la sua campagna operosa ed ordinata, silenziosi boschi rigogliosi e selvaggi, villaggi dalle antiche case con i muri consumati ed i tetti d'ardesia, ed ancora chiese, mulini ed abbazie solitarie.
La nostra prima tappa sarà Chenonceau, il più spettacolare di tutti, detto il castello delle dame per la contesa che vide contrapposte Caterina de' Medici, moglie del re Enrico II, e la sua favorita ed amante Diana di Poitiers, quest'ultima era riuscita ad ottenere in dono dal sovrano il castello di Chenonceau, ma alla morte di quest'ultimo Caterina si riappropiò del maniero donandole in cambio il castello di Chaumont.
Chenonceau: affacciato in magnifica posizione sul fiume Cher con i suoi due magnifici giardini: quello di Diana (il più grande) e quello di Caterina, con la suggestiva galleria lunga ben 60 metri abbellita da un prezioso pavimento e sorretta da un'ampio ponte ad archi

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio