Fuencaliente


Sotto un cielo terso e luminoso, di un azzurro intenso, attraverso una terra arida e coltivata ad ulivi, prosegue il nostro itinerario verso Losa per poi valicare il passo della Sierra de la Sagra a 2381 metri s.l.m.

Strada verso Losa

Per scendere poi precipitosamente a Huescar

Dintorni di Huescar

e visitare Galera

Galera

e Orce immersa in un sorprendente paesaggio agreste e desertico, dove le variazioni di luce e colore creano magiche atmosfere. Tra le sue case imbiancate a calce risalta la torre in pietra della chiesa parrocchiale e il “Palacio de Los Segura”,

Orce

per giungere infine a Fuencaliente, dove nel bel mezzo di un paesaggio desertico si trova questa sorgente naturale con acqua a 18° C, luogo ideale per rinfrescarsi nel periodo estivo. II luogo è bellissimo sembra un’immensa piscina nella quale nuotano pesci enormi, il bagno è gratuito e dopo il divertimento un lauto pasto ci rigenera, (spesi 10 euro cadauno) per spiedini di seppie con patatine il tutto innaffiato da una fresca birra

Fuencaliente

Pranzo a Fuencaliente

Giungiamo a Lacalahorra nel tardo pomeriggio, il castello è già chiuso. Torneremo domani mattina nella speranza di poterlo visitare internamente,

Il castello di Lacalahorra

fa molto caldo e per poter dormire al fresco decidiamo di salire i contrafforti della Sierra Nevada, per fermarci per la notte in località Puerto de la Ragua (Mt. 1.995) nelle vicinanze di un rifugio, pensare che qui in inverno ci vengono a sciare………ora sembra un’idea oltremodo bizzarra.

Puerto de la Ragua

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio