Klementinum

Al risveglio ancora cielo plumbeo ma fortunatamente dopo poche ore, fa capolino il sole e come di consueto il paesaggio tutt’intorno pur essendo lo stesso del giorno prima appare sotto un’altra veste.

Facciamo ritorno al Ponte Carlo ed essendo lunedì è scomparsa la ressa dei turisti del giorno precedente, si può passeggiare tranquillamente e per brevi momenti sembra di essere tornati al periodo prima della caduta del muro di Berlino.   Oggi saliremo la collina di Hradcany per visitarne la cattedrale ed il castello che dominano il panorama dalla sua sommità.

Prima però faremo visita al complesso del Klementinum, al cui interno è conservata una delle biblioteche più belle e maestose di tutto il  mondo.

Inaugurata nel 1772 si presenta come una lunga sala rettangolare i cui scaffali di legno a parete ospitano oltre 20.000 volumi.   Gli affreschi del soffitto sono opera dell’artista Jan Hiebl con soggetti dedicati alla scienza ed alle arti.  Altra particolarità di questo antico collegio gesuita è la sala del Meridiano dove venivano effettuate misurazioni e calcoli astronomici a partire dal 1775.

Dopo un buon pranzo intraprendiamo la salita al castello, primo nucleo abitato della città, può vantarsi di essere il castello a corpo unico più grande del mondo, al suo interno sono visitabili il Palazzo Reale, la Cattedrale di San Vito, il monastero di San Giorgio ed il Vicolo d’oro.

Per accedere al vicolo rispetto alla nostra precedente visita occorre munirsi di apposito biglietto, Una delle vie più famose di Praga è stata casa degli orafi e degli alchimisti e se non fosse per l’alta affluenza turistica sarebbe proprio un mondo a parte, fiabesco ed incantato, ubicato all’interno delle mura del castello questo stretto vicolo dal fondo acciottolato si presenta come un susseguirsi di piccole casette dai colori variopinti che in passato hanno ospitato la guardia dell’imperatore Rodolfo II d’Asburgo, la casa azzurrina al numero 22 è famosa in quanto al suo interno ha lavorato Franz Kafka.

Finale di serata con cena sul battello lungo le placide acque della Moldava. 

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio