Page – Lake Powell

Domenica 22 Agosto 2010 Dodicesimo giorno – Lunedì 23 Agosto 2010 tredicesimo giorno

Proseguiamo il nostro viaggio lasciando l’Arizona per entrare nello Utah destinazione Page una sonnolenta cittadina sulle rive del lago Powell. 

Un miracolo assolutamente americano un deserto di roccia rossa che gli indiani conoscevano come il “luogo dove gli alberi morivano di paura” che con la creazione della diga sul Glen Canyon si è trasformato in un immenso lago che in pochi decenni è diventato la meta preferita dei turisti.

Incastonato fra straordinarie falesie di colore rosso, canyon profondi e nelle vicinanze altre imperdibili “perle turistiche” come l’Antelope Canyon o l’Horseshoe Bend.  

Da non perdere anche se un pò cara, la mini crociera sul lago con visita al luogo sacro ai nativi, Rainbow Bridge National Monument.

Arriviamo in loco attraverso il meraviglioso itinerario del deserto dipinto.

Posto incantevole sicuramente da consigliare, da segnalare solo che la politica americana vigente che considera i parchi nazionali un bene comune della nazione quindi accessibili alla stragrande maggioranza dei cittadini con tariffe calmierate (80 $ l’abbonamento annuale che permette l’accesso a tutti i National Park americani) qui non trova applicazione in quanti i prezzi vengono imposti dai proprietari delle concessioni della Marina (che ne hanno il monopolio) con le ovvie conseguenze.        

Vedi la galleria d’immagini Prosegui il viaggio