Spider Rock”

LA LEGGENDA DELLA DONNA RAGNO

La Donna Ragno proteggeva i Navajo dai mostri che popolavano la terra, la sua casa era ubicata nella parte superiore della roccia venerata come una divinità.
Di quanto sia sacro questo luogo lo si avverte principalmente dal silenzio che regna sovrano, lontanissimo dalle masse fracassone dei turisti che affollano altri luoghi nelle vicinanze. 
Anche l'accessibilità non è delle migliori, e per poter godere al meglio del posto occorre effettuare una lunga scarpinata dalla cima della mesa per scendere alla base del canyon, con conseguente risalita al punto di partenza.
Inoltre essendo tutt'oggi regolarmente abitato non tutte le sue  zone risultano aperte al pubblico.
La leggenda Navajo della "Spider Rock" racconta di un ragazzo che stava tranquillamente cacciando nel Canyon dell'uomo morto, un ramo secondario del canyon de Chelly, quando improvvisamente vide un nemico di un'altra tribù che iniziò ad inseguirlo giù nelle profondità del canyon.  
Mentre il ragazzo scappava e si guardava intorno cercando un posto dove nascondersi,scorse proprio davanti a sé l'obelisco della Donna Ragno, che poteva fare? sapeva che era difficile per lui arrampicarsi, ed era quasi esausto.
Improvvisamente, davanti ai suoi occhi, vide una corda di seta che pendeva dalla sommità della roccia.
Il ragazzo Navajo si aggrappò alla corda magica, che sembrava abbastanza robusta, e velocemente se la legò attorno ai fianchi. Con l'aiuto della corda lui si arrampicò sulla roccia sfuggendo così al suo nemico che lasciò così perdere l'inseguimento.
Quando il ragazzo raggiunse la cima, si sdraiò per riposarsi, lì scoprì un mondo bellissimo, con uova d'aquila da mangiare e la rugiada notturna da bere.
Immaginate la sua sorpresa quando scoprì che ad aiutarlo era stata la Donna Ragno! Lei gli disse che aveva visto in che situazione si trovava e che decise di aiutarlo.
Gli mostrò come aveva costruito la sua corda-tela e come l'aveva ancorata ad una roccia per poi calarla fino a lui e farlo arrampicare su.
Più tardi, quando il ragazzo fu sicuro che il suo nemico se ne era andato, ringraziò la Donna Ragno caldamente e ridiscese nel canyon, ancora con l'aiuto della corda magica.
Tornò a casa correndo il più veloce possibile e racconto alla sua tribù come fosse stato salvato dalla Donna Ragno.   
Veduta dall’alto del Canyon de Chelly

Prosegui il viaggio