Valle del Dràa

Stiamo percorrendo la famosa strada della valle del Dràa situata tra il Jebel Sarhro e le montagne dell'Anti-Atlante che offre lungo il suo sviluppo un paesaggio sempre più sorprendente e l'attraversamento di numerosi villaggi fortificati.
I Ksar nacquero come piccole città racchiuse all'interno di mura protettive che servivano a difendersi dagli attacchi dei nomadi del deserto.
Noi siamo diretti a Zagora ultimo avamposto prima dello sconfinato mare di sabbia, il posto è famoso per il cartello " Tomboctou 52 giorni a dorso di cammello".
La strada per arrivarci è veramente eccezionale. la più bella di tutto il Marocco. costeggia l'alveo di un fiume ora asciutto bordata di palmeti, campi e superbi Ksour di argilla.
Il Phon ha soffiato con forza tutta la notte portando una calura impressionante, stamane lungo la pista che si spinge ancora più a sud arriveremo a Tagounite.
Lungo il percorso incrociamo un gruppo di Roma attualmente in Marocco in quanto istruttori degli elicotteristi locali impegnati nella disputa del Sahara Occidentale.
Sono al seguito di una guida locale e ci hanno invitato ad unirci a loro, potremo così visitare una casa nel deserto e constatare di persona il loro modello di vita.
La casa viene costruita su più livelli, dove il pianterreno viene usato in inverno anche per il ricovero degli animali che fungono così da riscaldamento, mentre in estate si vive in terrazza.

Vedi le mie foto Prosegui il viaggio